Show Italia 2020


SHOW N° 531

ICW FIGHT FOREVER #15: Cast Away
Costa di Mezzate (BG)
Sabato 15 Febbraio

– Match valevole per il Titolo Italiano dei Pesi Leggeri:

Il Campione dei Pesi Leggeri, TREVIS MONTANA (C) si conferma tale sconfiggendo “L’Occhio del Ciclone” VERTIGO, SPENCER, MARK REED, ZOOM e “Il Dominatore dell’Aria” ERON SKY, al termine di un Match Esagonale. Al termine dell’incontro, Trevis sembra intenzionato a stringere la mano in segno di rispetto a Vertigo, protagonista di una prova maiuscola… ma con grande sorpresa da parte del pubblico, il Campione attacca furiosamente “L’Occhio del Ciclone”, segnando un cambio di attitudine decisamente netto da parte dell’“Adrenalinico”.

– I TOP PLAYERS (“All In” SONNY VEGAS & “Il Riflesso dell’Ignoranza” JESSE JONES) sconfiggono L’ORDA (“Il Demone della Ruggine” RUST & “Il Berserker Vichingo” BJORN), conquistando la nomina di primi sfidanti ai Titoli Italiani di Coppia.

– Match valevole per i Titoli Italiani di Coppia:
THE CULT OF VIOLENCE (“La Rabbia Repressa” HARDCORE CASSI & “La Minaccia” DENNIS) si laureano nuovi Campioni Italiani di Coppia, sconfiggendo LA PANZERO GANG (“La Montagna che Cammina” TAURUS & HECTOR EL PANZERO) (C), sfruttando una distrazione dell’arbitro e colpendo Hèctor con una mazza dal filo spinato.

Il Campione Fight Forever, Lupo, fa il suo ingresso sul ring, annunciando come abbia intenzione di mantenere fede al nome del Titolo, sfidando chiunque abbia il fegato di presentarsi sul ring contro “Il Maschio Alpha della ICW”. A rispondere alla sfida è l’ex Campione Nico Inverardi (conosciuto in precedenza come Nick Lenders), che forte del fatto di non avere mai perso sul campo quella Cintura, raccoglie di buon grado l’invito del Capobranco.

– Match valevole per il Titolo Fight Forever:
“Il Maschio Alpha” LUPO (C) sconfigge “Il Fuoriclasse” NICO INVERARDI dopo una devastante “Bomba Animale”.

A fine match si manifesta nuovamente TREVIS MONTANA, che approfitta della situazione per colpire con una sedia il Campione Fight Forever, mandandogli così un chiaro segnale in vista dei prossimi capitoli di ICW Fight Forever.

L’ex Campionessa Italiana Femminile IRENE sale poi sul ring, con il ruolo da intervistatrice speciale. L’ospite dell’intervista è naturalmente la prima sfidante al Titolo Italiano Femminile, Trixie. La Prima della Classe non sembra comunque intenzionata a rispondere alle domande di Irene, finendo addirittura per attaccarla in un momento di distrazione da parte dell’ex Campionessa Italiana. Sarà quindi una Trixie più aggressiva che mai quella che affronterà Jokey il mese prossimo per la Cintura.

– Match valevole per Il Titolo Interregionale:
RICK BARBABIONDA (C) soffoca i desideri di vendetta di DOBLONE, sfruttando al meglio l’ennesima distrazione fornita dai suoi alleati dell’Orda per colpire il Pirata Maledetto con un tirapugni.

Tutto questo ha ovviamente contrariato il pubblico presente, ma non solo. Arriva infatti l’intervento del Direttore Generale Tenacious Dalla, che afferma di essere stufo del continuo infrangere le regole da parte di Barbabionda. Per questo motivo, al prossimo ICW Fight Forever, il Corsaro Sanguinario sarà costretto a mettere nuovamente in palio il Titolo Interregionale contro Doblone, in un Match Senza Squalifiche. Barbabionda accetta, a patto che anche Doblone metta in palio qualcosa di molto importante: la sua carriera!

Una volta liberato il ring dall’Orda, il Direttore Generale affronta un altro tema scottante: chi è stato ad attaccarlo davanti al suo garage, impedendogli di partecipare alla precedente edizione di ICW Fight Forever? Insieme al fido Dr. Dave Atlas, Tenacious Dalla inizia a interrogare i vari sospetti, tra cui “El Gringo”, Gabriel Bach, il rientrante Tony Callaghan e il colossale Jari Syberia. Come era forse prevedibile, dati i modi del Direttore Generale, l’interrogatorio ha finito per degenerare in un match tre contro tre.

– “La Rockstar del Ring” TENACIOUS DALLA, “Il Titano” DAVE ATLAS & “Il Braccio Armato della Rivoluzione” TONY CALLAGHAN sconfiggono “El Gringo” EMANUEL, “Il Giovane Compositore” GABRIEL BACH & “Il Gigante dagli Occhi di Ghiaccio” JARI SYBERIA, dopo un Satellite DDT da parte del Direttore Generale ai danni del Ballerino Sudamericano.

– Cast Away Match valevole per il Titolo Italiano di Wrestling:
“Il Padrino” ALESSANDRO CORLEONE (C) sconfigge “La Stella del Sabato Sera” ANDY MANERO, “Il Sicario” RIOT, “Il Viscido” KOBRA e “Il Purista” MR. EXCELLENT, dopo un secondo “Bacio della Morte” su Manero che gli vale il conto di tre.

Ma le sorprese non sembrano proprio voler finire. Concluso l’incontro, Andy Manero sciocca tutti, annunciando il suo momentaneo ritiro dalle scene, in quanto presto sarà nuovamente padre di altri due gemelli, che ovviamente richiederanno il suo massimo impegno come papà. Conscio di ciò, dopo i sentiti ringraziamenti di rito, Manero chiama a sè tutti gli altri membri della Casta per un ultimo saluto, che non può che concludersi con gli applausi scroscianti del pubblico e dei colleghi, giunti a bordo ring per omaggiare non solo il wrestler, ma anche la persona che si nasconde dietro all’atleta, che nel corso degli anni si è dimostrato come un vero e proprio punto fermo all’interno dello spogliatoio ICW.

Per questo motivo, tutta la ICW ci tiene a rinnovare gli auguri sia alla Stella del Sabato Sera che alla sua consorte, augurando loro solo il meglio per il futuro e sperando che questo sia solamente un arrivederci.


SHOW N° 530

ICW FIGHT FOREVER #14: Atto d’Onore
Costa di Mezzate (BG)
Sabato 18 Gennaio

– I TOP PLAYERS (“All In” SONNY VEGAS & “Il Riflesso dell’Arroganza” JESSE JONES, accompagnati dalla “Dominatrice delle Due Ruote” MARY COOPER) sconfiggono LA CASTA (“Il Sicario” RIOT & “Il Purista” MR. EXCELLENT, accompagnati dal “Viscido Serpente” KOBRA), sfruttando un ennesimo intervento scorretto da parte di Kobra, che finisce per colpire involontariamente i suoi compagni, spianando la strada ai Top Players per la vittoria finale.

A fine match, gli animi tra i tre si riscaldano, tanto da rendere necessario l’intervento da parte di Andy Manero, che invita il resto della Casta a mantenere la calma e a dimostrarsi uniti in vista del Main Event della serata, che metterà lo stesso Manero di fronte a colui che ha tradito La Casta: “Il Padrino” Alessandro Corleone.

– “La Prima della Classe” TRIXIE si aggiudica il Match Triangolare tutto al femminile, schienando “La Regina del Ring” QUEEN MAYA, rubando il pin decisivo all’ospite internazionale della serata, CHANTAL JORDAN (UK), dopo un superkick della “Bad Girl” sull’Eterna Maestà.

Fa poi il suo ingresso “Il Pirata Maledetto” Doblone, pronto per l’incontro che lo vedrà contrapposto a Rick Barbabionda per il Titolo Interregionale. Ma a sorpresa, Barbabionda non si fa vedere, preferendo mandare avanti Rust & Bjorn dell’Orda, che comunicano a Doblone come il loro Leader non lo ritenga degno di una chance titolata, per poi attaccarlo in superiorità numerica. A salvare il Terrore dei Sette Mari dalle grinfie dell’Orda arriva Charlie Kid, che aiuta il suo compagno di mille battaglie a fare piazza pulita sul ring. Il Cowboy Italiano riscuote però immediatamente il favore fatto all’amico, chiedendogli di mettere in palio la sua chance per il Titolo Interregionale, in un match tra loro due da disputarsi subito!

– “Il Pirata Maledetto” DOBLONE sorprende “Il Manzo Italiano” CHARLIE KID, grazie a un’improvvisa culla che gli vale il conto di tre. Al termine dell’incontro, un rispettoso Charlie Kid riconosce sportivamente la sconfitta, abbracciando il vincitore e augurandogli di ottenere presto la sua vendetta contro Rick Barbabionda.

E’ il momento dello spazio musicale con il rapper Broke, che presenta il documentario realizzato sul suo nuovo singolo, intitolato proprio “Fight Forever”. Al termine della proiezione, Broke annuncia come il Campione Fight Forever Nick Lenders non sia presente oggi, e che quindi, in virtù del particolare regolamento di tale Cintura, essa deve essere comunque difesa in ogni Evento ICW Fight Forever, e pertanto verrà riassegnata nel prossimo incontro.

– Match Esagonale a Eliminazione valevole per la riassegnazione del vacante Titolo Fight Forever:
“Il Maschio Alpha” LUPO diventa il nuovo Campione Fight Forever, sconfiggendo “Il Giovane Compositore” GABRIEL BACH, “L’Occhio del Ciclone” VERTIGO, “The Black Country Barbarian” LUKA (dalla Kamikaze Pro, UK), il rientrante TONY CALLAGHAN e “Il Casta Killer” MIRKO MORI, schienando per ultimo l’ex Ultraviolence, grazie alla sua Sit-Out One Arm Chokebomb.

– Match valevole per i Titoli Italiani di Coppia:
LA PANZERO GANG (EL PANZERO & “La Montagna che Cammina” TAURUS) (C) sconfiggono L’ORDA (“Il Berserker Vichingo” BJORN & “Il Demone della Ruggine” RUST) e i CULT OF VIOLENCE (“La Rabbia Repressa” HARDCORE CASSI & “The Problem Solver” DENNIS).
Proprio questi ultimi non sembrano prendere per niente bene la sconfitta, attaccando a match concluso i Campioni Italiani di Coppia e mandando loro un chiaro segnale in vista dei prossimi capitoli di ICW Fight Forever.

– Match valevole per il Titolo Italiano di Wrestling:
“Il Padrino” ALESSANDRO CORLEONE sconfigge “La Stella del Sabato Sera” ANDY MANERO (C), al termine di un match estenuante, che ha visto non solo l’incoronazione di un nuovo Campione, ma anche la definitiva esplosione della Casta. A un certo punto, infatti, sfruttando un momento in cui l’arbitro era KO, Kobra, Riot e Mr. Excellent sono saliti sul ring, preparandosi a colpire con una sedia di metallo Corleone. A sorpresa, però, Andy Manero ha rifiutato il loro aiuto, avendo ormai maturato un certo rispetto per lo spirito combattivo del Padrino durante l’incontro. Per tutta risposta, Manero ha ricevuto una Spear da parte di Riot, che ha dato inizio a un pandemonio sul ring, con tutti i membri della Casta che hanno finito per attaccarsi a vicenda. Manero e Corleone sono riusciti alla fine a ricacciare fuori ring gli ex alleati, fino ad arrivare alla esaltante conclusione di uno dei match più competitivi mai visti a ICW Fight Forever. Una nuova era ora si apre, con Il Padrino che per la seconda volta in carriera ha potuto alzare al cielo il Titolo più prestigioso del Wrestling Italiano, mentre la terribile dittatura degli Uomini in Giacca Nera sembra arrivata alla fine.