Troppi Inferni per un Diavolo Solo

Non è sempre in discesa la strada di un campione, anzi, non lo è quasi mai e non sempre i migliori sforzi sembrano sortire gli effetti sperati. Red Devil ne è la conferma: è un periodo disorientante quello che il Fenomeno del Wrestling Italiano sta attraversando, un momento in cui nemmeno i significativi, per quanto sporadici successi, sembrano portarlo da alcuna parte. Fatale per la determinazione del nostro campione sembra essere stata la fallita scalata al Titolo Interregionale, l’unico trofeo italiano di rilievo a mancare nella bacheca del Diavolo Volante. Da quel momento in avanti, il Fenomeno non sembra più se stesso. Certo, le sue prestazioni sul ring continuano a essere mirabolanti esempi di wrestling champagne, ma le vittorie significative scarseggiano, e non è bastato, in occasione di ICW Guerra Civile, lo schienamento decisivo su Incubo, fatale per l’Esecutivo sciolto d’autorità dalla neodirettrice Queen Maya; Red Devil è rimasto e tuttora è disorientato.