Doblone: Il Pirata Inaffondabile

Sin da quando la UEWA, la confederazione che riunisce le più importanti realtà del wrestling europeo, è salpata iniziando il suo viaggio per i mari agitati del Vecchio Continente, uno dei suoi titoli più importanti, il titolo dei pesi leggeri, è entrato nelle mire di uno dei più scafati predatori che abbiano mai calcato un ring : Doblone, il pirata con la scorza più dura in casa ICW. Fin da subito, infatti, il bucaniere del wrestling tricolore ha lanciato i suoi assalti a vele spiegate inseguendo i bagliori dorati della cintura dei pesi leggeri strappandola, dopo un durissimo arrembaggio, dalla vita dell’altrettanto navigato Sean South.

Da quel momento in poi, la bandiera nera di Doblone non ha mai smesso di garrire alta nel cielo azzurro d’Europa mostrando il proprio teschio ghignante ai capitani coraggiosi che, di volta in volta, hanno mosso una spietata guerra di corsa per accaparrarsi il tesoro del filibustiere di Merate, ma che si sono ritrovati, ogni dannata volta, a far compagnia ai totani e alle tartarughe d’acqua mentre il pirata della ICW, ballando al ritmo delle salve dei suoi cannoni, festeggiava ingollando rum come se non ci fosse un domani.

Nessuno mai ha portato al titolo dei pesi leggeri UEWA tanto lustro: se Sean South, infatti, ha dato grande prova di sé difendendo nove volte la cintura prima di doverla cedere a Doblone, il terrore dei sette mari e delle tre corde tiene ancora la cintura al caldo nei propri forzieri dopo ben undici difese da altrettanti assalti all’arma bianca, undici battaglie memorabili che verranno cantate da tutti i lupi di mare nel corso di centinaia di sbronze altrettanto epiche.

Ma a chi corrispondono le undici tacche che Doblone ha inciso sull’albero maestro? Presto detto, marinai d’acqua dolce!

  1. 8 Luglio 2012, Asola, Italia: vs Nemesi
  2. 22 settembre 2012, San Bonifacio (Verona), Italia: vs Corvo Bianco
  3. 29 settembre, 2012, Bilbao, Spagna (PWE): vs As De Picas (Spagna)
  4. 13 Ottobre 2012, Copiano, Italia: vs Superstar Simon Silas
  5. 17 Novembre 2012, Vias, Francia (ABC): vs Kèvin Cornè (Francia)
  6. 1 Dicembre 2012, Bologna, Italia: vs Dinamite Jo
  7. 2 Dicembre 2012, Olginate (Lecco), Italia: vs Red Devil
  8. 1 Gennaio 2013, Copiano (Pavia), Italia: 4-way match vs B-Cool (Irlanda), “Sangre Latino” Rafael e Alex Flash
  9. 16 Febbraio 2013, Saronno (Varese), Italia: vs Corvo Bianco
  10. 24 Febbraio 2013, Oratoio (Pisa), Italia: vs “Sangre Latino” Rafael
  11. 2 Marzo 2013, Oslo, Norvegia (NWF): vs Adrian Storm (Norvegia)

Corpo di mille balene, quanti incredibili scontri! E che scontri! Come non ricordare, in particolare, i duelli con Kevin Cornè in Francia e Rafael a Pisa? Combattimenti spaventosi, tanto da meritarsi il main event delle serate che li hanno ospitati. E che dire, poi, di quella volta in cui Doblone ha incrociato le sciabole con Adrian Storm? Le cannonate dei due ammiragli gettavano spruzzi alti fino al cielo nel freddo mare norvegese e la foga della lotta ha impressionato tutta la ciurma NWF, sia il pubblico sia i lottatori che ancora cantano le gesta di Doblone e di Adrian Storm la sera intorno al fuoco quando vogliono raccontare ai bambini qualcosa di davvero incredibile.

Ma non è finita qui, Tifosi Tricolore. Presto, infatti, il bucaniere farà rotta verso le coste spagnole puntando la prua del suo vascello verso Barcellona dove, nel mare caldo della SWA difenderà il titolo dei pesi leggeri UEWA contro lo scozzese Kid Fite.

Tesori, avventure e duelli mozzafiato non sono mai mancati nella carriera di Doblone, il pirata del wrestling italiano, e il suo viaggio non finisce qui. L’oceano è ancora vasto da esplorare per il giovane bucaniere il cui nome, già sulla bocca di tutti, si appresta ad entrare nella leggenda, tra il Pirata Barbanera e Long John Silver.

Avanti tutta, Doblone, porta alto il vessillo ICW!

Stefano Tevini